Alfanomaniera. Un’aria di nuova politica? Oggi si sente un venticello politico. Sia tra i parlamentari di lunga data che di prima legislatura. Si respira un’aria di “responsabilità” verso la nazione. Un’aria nuova, forse. O forse un’aria già vista.  Nel 94 fu il senatore Grillo insieme ad altri 3 senatori a svolgere il ruolo di responsabile, poi negli anni sono arrivati migliorando la responsabilità Razzi, Scilipoti, e dulcis in fundo Angelino Alfano. Angelino, per la verità, ebbe una botta di quid e si costituì partito per scissione. Il partito dell’Alfanomaniera per sostenere il governo “responsabilmente”. Pure io ne feci parte e chiedo scusa e perdono ogniLeggi altro →

Mattarella: Altro giro altra corsa. La politica assomiglia alle giostre di paese. Povero Presidente Mattarella. Ci ha dovuto certificare dall’alto del Colle ciò che tutti gli italiani sanno già da un mese. Non ci sono stati vincitori. E forse ci sono stati solo vinti. Hanno impiegato 30 giorni per affermare, con tanto di annuncio presidenziale, una ovvietà come questa visto l’attuale regola elettorale  che quei partiti, vincitori e vinti, hanno votato e Mattarella ha controfirmato. Il M5S non vuole essere il partito vecchia maniera delle sceneggiate ma poi alla fine partecipa come gli altri gruppi alla operetta o teatrino delle consultazioni finte. Al diavolo gli articoliLeggi altro →

La verità di questi giorni è che le forze politiche che hanno vinto le elezioni, non hanno ancora compreso che il confronto elettorale è finito e continuano a giocare sulle spalle degli italiani per pochi decimali in più o in meno. Diteci la verità di come stanno le cose. Diteci quali sono le vostre intenzioni per questo paese. Lo chiedo ai Di Maio, Salvini, Berlusconi e Renzi. In questi giorni si sta vivendo in una commedia greca per la formazione del nuovo governo. Il coro è fatto dalle dichiarazioni, interviste, e paginate di questi giorni. Sembra di essere ancora in campagna elettorale. Ma la veritàLeggi altro →

Napoli e tempo libero. Come ti cambia l’umore. Sono in anticipo per la presentazione a Salerno del libro sul l’intelligence scritto dal giornalista Salvatore Pignataro. Mi aspetta un pomeriggio denso di riflessioni sui servizi segreti a cura dell’associazione Ambrosoli tra autorevoli relatori e avvocati della provincia di Salerno. Quindi approfitto delle due ore di buco per fermarmi in piazza Garibaldi di fronte alla stazione centrale a Napoli, mangiare una pizza e vedere qualche scena classica napoletana e forse sentire le voci della città. I venditori ambulanti e le vetrine ricche di elettronica e pelletteria. Tutta rigorosamente falsa o “appezzottata”. Sono 10 anni che ci mancoLeggi altro →

Berlusconi non comprendo la scelta di questi giorni di Forza Italia. Se risultasse vera la scelta di Berlusconi, d’intesa con gli alleati, di chiudere l’accordo sulle presidenze di Camera e Senato con il grillino Di Maio allora il passo successivo sarebbe la costituzione di una nuova maggioranza e di un nuovo governo a trazione “LegaStellato”. Certo, che se fosse così, ci sarebbe da chiedersi per quale motivo il Cavaliere ha fatto la scelta di allearsi con il nemico e obiettivo dell’ultima campagna elettorale di Forza Italia. Si è alleato con chi ha combattuto l’euro, l’europa, e le regole della democrazia. Si è alleato con Grillo eLeggi altro →

Francia: che paese! Arrestano l’ex presidente e come sono strane le letture della storia solo pochi anni dopo e sempre la verità, quella vera, appare con tutta la sua forza. La notizia di oggi è che Sarkozy, ex-presidente della Francia e leader della destra moderata francese è stato messo in stato di fermo dalla magistratura francese. Già la notizia di arresto per un ex presidente è una notizia forte e intrisa di sensazioni democratiche. La motivazione del fermo ? Presunti fondi neri ( 5 milioni di euro) donati da Gheddafi capo indiscusso della Libia al Presidente della Francia per la sua campagna elettorale del 2007. IlLeggi altro →

politicamente scorretto

Abbiamo bisogno di cambiare, cambiamo insieme. Si, abbiamo bisogno di cambiare. Tutti insieme. A partire dalle leggi elettorale e mercato del lavoro e, in particolare però dal clima di violenza sociale che pervade il paese. Non possiamo ancora per molto trascinare il paese nella “monnezza” in cui sguazza in questi mesi. Allora è giusto cambiare. Cambiamo insieme La prima legge da cambiare senza dubbio è quella elettorale. Dobbiamo ricostruire il rapporto ormai spezzato tra il parlamentare ed il cittadino introducendo maggiori poteri di controllo o di vigilanza diretta ai cittadini, dando maggiore responsabilità e potere decisionale all’eletto anche con l’introduzione della preferenza e particolarmente non facendoLeggi altro →

Ci sono e ci sarò, politicamente scorretto. La prova dell’esistenza in vita. Dopo non aver voluto partecipare alla competizione elettorale come candidato adesso è il momento di riprendere il mio colloquio con voi e per questo motivo riprendo il mio “politicamente scorretto”. Ci sono e ci sarò, politicamente scorretto. Il blog che vi invito a seguire con assiduità e partecipazione perché da queste pagine tante ne diremo e tante ne faremo. Idee, emozioni, eventi e tutto ciò dalla parte “nostra” senza filtri e senza capi a cui devi sottostare. Si, è vero io non sono mai stato inquadrato nelle truppe d’assalto di qualcuno, né hoLeggi altro →

Buon voto 2018 a tutti. Sì, oggi è il sabato prima del voto, e il mio invito è quello di recarci tutti al seggio elettorale per esprimere la nostra opinione, il nostro pensiero con un gesto: il voto. Questa è l’arma più potente a nostra disposizione nell’attuale democrazia. Votare, aldilà di ogni ideologia o nostra personale scelta, è un vero atto di indirizzo preciso e fondamentale sia per la politica che per i politici che saranno eletti. Mi raccomando non facciamoci scappare o meglio “sottrarre” il nostro diritto/dovere costituzionale. Difendiamolo con i denti. In questa breve, intensa e strana campagna elettorale, anche se non daLeggi altro →

Ieri si è tenuta l’ultima riunione del Co.Pa.S.I.R. La 350ª riunione tenuta nel corso di questa legislatura. Con questa riunione si concludono 10 anni di grande passione e di grande lavoro istituzionale all’interno di un comitato parlamentare di estrema delicatezza che mi ha insegnato che il bene della nazione si può fare anche in un silenzio che non appartiene alla politica dei tempi attuali. Ho avuto la fortuna di lavorare e collaborare, in questi dieci anni, con persone di grandissimo spessore morale, istituzionale e politico. Vorrei ringraziare, in primis, tutti i membri del comitato che in queste due ultime legislature, mi hanno fatto sentire parteLeggi altro →