Mai scelta fu migliore

Mai scelta fu migliore

Mai scelta fu migliore.

In questi giorni sono stato sottoposto ad un intervento sanitario non programmato e necessario.

All’inizio avevo indirizzato le mie ricerche verso una delle cliniche romane dove in precedenza avevo avuto altre esperienze di interventi operatori e di degenza.

Ripensandoci e ragionando, anche sulla scorta di storie passate come quella di Pino Daniele, mi sono indirizzato verso l’ospedale territoriale della Misericordia di Grosseto.

Vivo in Maremma, abbiamo deciso di vivere in Maremma e quindi devo e dobbiamo utilizzare le strutture della Maremma: questo era il filo ragionato della decisione che stavo prendendo.

Mai scelta fu migliore.

Entrando nella struttura dell’ospedale della Misericordia ho trovato a tutti i livelli, dal personale infermieristico, ai medici del reparto di cardiologia, al personale di servizio, ai chirurghi e al personale della sala operatoria solo professionalità, vicinanza, attenzione e tanta, tanta, disponibilità.

Unico neo ma solo perché sono superstizioso è stato assegnarmi il letto numero 17.

Non conosco i singoli cognomi e nomi del personale del reparto di cardiologia sub-intensiva, non conosco i nomi di coloro che mi rassicuravano in sala operatoria ma ricordo di tutti gli sguardi, la loro attenzione e il loro entusiasmo. 

Certo sono stato in un ospedale, ma il clima che ho vissuto non mi ha fatto rimpiangere l’abbandono di casa.

Con questo mio post vorrei dire a tutti loro:  Grazie per il vostro lavoro, grazie per la vostra professionalità e per il vostro esempio.

Giuseppe Esposito

1 commento

  1. Bellissima commento, che valorizza la nostra sanità Italiana 🇮🇹 👏👏👏🍀🍀🍀👍👍👍

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *