La verità è che non volete governare.

La verità è che non volete governare.

La verità di questi giorni è che le forze politiche che hanno vinto le elezioni, non hanno ancora compreso che il confronto elettorale è finito e continuano a giocare sulle spalle degli italiani per pochi decimali in più o in meno.

Diteci la verità di come stanno le cose. Diteci quali sono le vostre intenzioni per questo paese. Lo chiedo ai Di Maio, Salvini, Berlusconi e Renzi.
In questi giorni si sta vivendo in una commedia greca per la formazione del nuovo governo. Il coro è fatto dalle dichiarazioni, interviste, e paginate di questi giorni. Sembra di essere ancora in campagna elettorale. Ma la verità è che dicono l’uni agli altri: Vogliamo stare all’opposizione, governate voi. I cittadini però non devono capire o sapere .
Si, si sa che all’opposizione si guadagnano voti, all’opposizione si possono sparare cazzate e nessuno ne chiederà mai il conto. Al governo invece si devono far quadrare i conti di bilancio dello stato, si devono portare avanti accordi europei e atlantici, si devono fare scelte coraggiose per il futuro e non basta sbandierare come in campagna elettorale l’arrivo del caterpillar per l’immigrazione, dell’espulsione facile, del reddito di cittadinanza per togliere la disoccupazione, o della abolizione della legge Fornero per mandare tutti in pensione allegramente. Bisogna attuarle e bisogna trovare i soldi. La verità per il futuro di questa Italia.
Salvini, con il suo risultato vincente da capo coalizione, vorrebbe fare il governo da solo senza accordi con le altre forze politiche e spesso utilizza questo atteggiamento anche dentro la coalizione del centro destra. Di Maio, forte del risultato elettorale come primo partito, chiede di governare sul suo programma solo elettorale e con il suo governo annunciato nell’ultima settimana d’elezione. Renzi e Berlusconi, bocciati o rimandati a settembre dall’elettorato, si sono tirati fuori dal dibattito per motivi diversi ma con obiettivi molto simili.

I quattro leader sembrano player del gioco dell’oca o meglio siano la reincarnazione di Penelope e della sua tela. Il giorno lavorano ad una soluzione ma la notte ritornano al punto di partenza.
Conigli impauriti. cavalli imbizzarriti, senza un po’ di rimorso di come hanno reso l’Italia e di come continuano ad usare il voto ed i cittadini per il futuro, non del Paese, ma dei singoli risultati elettorali. Di quei pochi decimali in più o in meno che si potrebbero guadagnare riandando al voto subito.
Diteci la verità sul futuro governo. La verità sulle espulsioni dei diplomatici russi. La verità sulle espulsioni di questi giorni dei terroristi radicalizzati in Italia. La verità sull’allarme per Pasqua.

La verità: durante il gioco dell’oca della composizione del governo in Italia si pensa all’accaparramento dei posti di presidenza di Camera e Senato e ci si dimentica di tutto il resto.

@peppexpo

1 commento

  1. Grande peppe…condivido e lo vado dicendo da prima delle elezioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *